Il mercato libero dell’energia è in arrivo, vediamo cosa cambia

In arrivo il mercato libero di energia luce e gas, prepariamoci

Da luglio 2020 anche in Italia entrerà in vigore il libero mercato per quanto riguarda l’energia luce e gas, nella pratica dovremo ( non solo potremo ) a quale fornitore affidarci in alternativa allo storico Servizio Elettrico Nazionale!

Come dicevamo cambiare non sarà più un opzione, entro Luglio 2020 dovremo decidere con chi stare. Già da ora o possibile cambiare fornitore e ne sono spuntati di tutti i tipi e salse. L’obiettivo di questo articolo però non è quello di consigliarvi uno piuttosto che l’altro, non è nelle nostre competenze, piuttosto vogliamo riportarvi qualche consiglio per non farsi trovare impreparati all’imminente cambiamento.

Il mercato libero dell'energia è in arrivo, vediamo cosa cambia

Prima di tutto dobbiamo fare un po’ di chiarezza sui termini che vengono già da ora indicati per distinguere il vecchio dal nuovo, e le varie opzioni che potete considerare al fine di scegliere quale sarà il vostro nuovo fornitore di energia luce e gas!

Come funziona il mercato di energia luce e gas in Italia

Attualmente ci son due tipi di mercati dell’ energia nel nostro paese:

  • Il Mercato Tutelato
  • Il Mercato Libero
  • Mercato di Salvaguardia

Il Mercato Tutelato

Fino a non molto tempo fa in Italia era presente solo il Mercato Tutelato, sostanzialmente la buona vecchia Enel a cui tutti attingevamo, che viene anche definito Servizio di Maggior Tutela. Sostanzialmente questo mercato segue il regime tariffario stabilito dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. In parole povere non c’era concorrenza e le condizioni economiche del Mercato Tutelato sono regolate dall’ARERA, che fissa il prezzo di luce e gas e cambiandolo ogni tre mesi a seconda dell’andamento dei prezzi del mercato.

Il Libero Mercato

Come possiamo intuire già dalla definizione, Il Libero Mercato, ci consente di scegliere il nuovo fornitore di energia luce e gas, consentendoci ovviamente di scegliere in base non solo alla tariffa che ovviamente sarà più concorrenziale rispetto a quella del Mercato Tutelato, ma anche in base ad altre variabili quali la provenienza dell’energia che potrebbe arrivare anche da fonti rinnovabili.

Cosa cambia per il consumatore con il Mercato Libero

Nella pratica non ci saranno stravolgimenti riguardo al servizio:

  • le infrastrutture rimarranno le stesse;
  • la bolletta cambierà nell’intestazione (e si spera nella leggibilità dei costi);
  • probabilmente le tariffe saranno più vantaggiose;
  • a seconda del fornitore potremmo godere servizi aggiuntivi (sconti, energia verde, ecc)
  • si potrà sottoscrivere contratti differenti per fornitori di luce e gas (mentre con il Mercato Tutelato deve essere lo stesso);

A quanto pare sembrano esserci solo vantaggi a passare già da ora al Mercato Libero senza aspettare Luglio 2020, ma non preoccupatevi se siete indecisi non vi troverete senza corrente se all’ultimo momento non avete ancora scelto da chi servirvi, esiste infatti quello che viene chiamato Mercato di Salvaguardia. In parole povere nel caso in cui non si sia ancora passati al Mercato Libero verremmo dirottati ad un fornitore nominato dall’autorità preposta fintanto che non decideremo cosa fare.

Leggi  Energia, Adoc scrive al Ministro Calenda: preoccupati da abolizione del Mercato Tutelato

La Tutela Simile per l’energia elettrica

Si sa fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio, per questo venendo incontro al consumatore scrupoloso è nata La Tutela Simile, la quale riguarda solamente l’energia elettrica (non il gas) ma nasce con lo scopo di dare ai clienti del Mercato Tutelato la possibilità di provare un’offerta simile a quelle proposte dal mercato libero. 

  • Il contratto però dura solo un anno e non è rinnovabile, se il cliente alla scadenza del contratto dovrà decidere se restare con quel fornitore piuttosto che cambiarlo;
  • Le tariffe nel periodo di Tutela Simile sono però quelle applicate dal Mercato Tutelato;
  • Possono accedere alla Tutela simile i clienti del Mercato Tutelato, o chiunque ne abbia le stesse caratteristiche.

Non siamo scesi troppo nel dettaglio per non farvi confusione, ma sostanzialmente la questione è che entro Luglio 2020 dovremo decidere con che fornitore di energia luce e gas stare, ma che teoricamente dovremmo avere solo vantaggi da questo cambio. Non ci dilunghiamo su come fare per passare al Mercato Libero, veniamo quotidianamente bombardati da offerte riguardanti l’energia ed il gas, il nostro suggerimento è quello di affidarsi a fornitori verificati e ben strutturati, e se poi volete anche strizzare l’occhio all’ecologia sceglietene uno che sia impegnato attivamente sul fronte delle energie rinnovabili.

Buona energia a tutti!


adoc veneto, associazione in difesa dei consumatori

Speriamo che questo articolo vi sia stato d’aiuto creando maggiore consapevolezza in merito ai rischi informatici che corriamo ogni giorno, anche incosapevolmente. Ti ricordiamo  che AdocVeneto è al tuo fianco per comprendere i meccanismi delle cyber truffe, del commercio online, della finanzia e mettere al sicuro i tuoi risparmi!

Noi di AdocVeneto seguiremo con attenzione queste tematiche, cercando di tenervi sempre aggiornati!

Ricordate: l’informazione genuina è uno strumento indispensabile per difendere e far valere i nostri ed i vostri diritti di consumatori.

Se sei stato anche tu vittima di cyber truffa o qualche tipo di frode finanziaria, non esitare, contattaci!

Scrivi una mail o compila il form di contatto in calce all’articolo, siamo a tua disposizione per informarti ed aiutarti a difendere i tuoi diritti.

 

Leggi  Energia, Adoc scrive al Ministro Calenda: preoccupati da abolizione del Mercato Tutelato

Commenta l'articolo o scrivici compilando il form

Consulta la nostra Privacy Policy
Condividi su
Adoc