Home Banking sotto attacco, un nuovo trojan ruba i nostri dati sensibili

Ursnif, nuovo pericolosissimo trojan colpisce home banking

Noi di Adoc Veneto abbiamo molto a cuore la sicurezza informatica dei nostri consumatori, per questo ci occupiamo spesso di argomenti inerenti la cyber security, le cyber truffe e l’educazione finanziaria.

Oggi vogliamo portare alla vostra attenzione un nuovo e pericolo trojan che sta seminando il panico nell’ambito delle applicazioni bancarie, meglio conosciute come Home Banking, si chiama Ursnif e il suo scopo è quello di rubare dati sensibili degli ignari consumatori.

Ursnif è un software malevolo capace di entrare in rubare delle credenziali dei malcapitati utenti, che inconsapevolmente lo installano sul loro personal computer, per accedere, attraverso l’home banking, ai loro conti correnti.

Come si viene infettati dal Malware Ursnif

Ursnif sfrutterebbe un file di Word contenuto in una mail. Una mail che simula anche una discussione precedente fra mittente e destinatario, così da sembrare ancora più vera. Ursnif si installa sul computer/app quando l’utente scarica il file word contenuto e dal quel momento si è sotto scacco del malware il quale prende il controllo di alcune funzioni del dispositivo con l’obiettivo di avere accesso ai nostri dati e conti correnti.

Caratteristiche del Malware Ursnif

Dalle analisi effettuate da esperti di cyber security Ursnif si manifesta attraverso tre principali caratteristiche che ora andremo a vedere nel dettaglio.

trojan ursnif home banking ruba i dati attraverso app bancarie, adoc veneto
Image by mohamed Hassan from Pixabay
  1. il testo della mail, che è formulato in un italiano scorretto
  2. l’allegato è documento di Word che finge di essere stato creato con una versione vecchia di Office
  3. il nome di questo file allegato contiene un riferimento della vittima in aggiunta alla parole “richiesta” es. [NOME-AZIENDA-VITTIMA]_Richiesta.doc.
Leggi  Mutui: aumenta l'erogato

Cosa accade se scarichiamo Ursnif sul nostro computer?

Una volta che l’utente scarica il file word e lo apre, questo lancia a sua volta, senza che l’utente se ne accorga, una serie di script i quali installano Ursnif, il malware vero e proprio che poi cerca di carpire i nostri dati sensibili ed in particolare gli accessi per entrare e prendere il controllo dei nostri conti correnti bancari.

Come difendersi da Ursnif e altri malware e trojan.

Come già approfonditamente trattato in questo articolo Perchè i cyber criminali rubano i nostri dati e come difendersil’importante è non scaricare mai allegati sospetti, avere sempre un antivirus e anti malware aggiornati (specialmente se si usa il sistema operativo windows).


adoc veneto, associazione in difesa dei consumatori

Speriamo che questo articolo vi sia stato d’aiuto creando maggiore consapevolezza in merito ai rischi informatici che corriamo ogni giorno, anche incosapevolmente. Ti ricordiamo  che AdocVeneto è al tuo fianco per comprendere i meccanismi delle cyber truffe, del commercio online, della finanzia e mettere al sicuro i tuoi risparmi!

Noi di AdocVeneto seguiremo con attenzione queste tematiche, cercando di tenervi sempre aggiornati!

Ricordate: l’informazione genuina è uno strumento indispensabile per difendere e far valere i nostri ed i vostri diritti di consumatori.

Se sei stato anche tu vittima di cyber truffa o qualche tipo di frode finanziaria, non esitare, contattaci!

Scrivi una mail o compila il form di contatto in calce all’articolo, siamo a tua disposizione per informarti ed aiutarti a difendere i tuoi diritti.

 

Leggi  Mutui: aumenta l'erogato

Commenta l'articolo o scrivici compilando il form

Consulta la nostra Privacy Policy
Condividi su
Adoc