Carte di credito bloccate o rubate, ecco come bloccarle

Nel caso tu smarrisca, ti abbiano clonato o rubato la carta di credito, di debito o la carta prepagata, è necessario quanto prima chiamare l’ente emittente per bloccarla. Ricordati che se ti trovi all’estero quanto chiami il numero utile di riferimento devi sempre anteporre al numero il prefisso internazionale per l’Italia ossia +39.

Perchè è importante bloccare la carta in caso di furto, smarrimento o clonazione?

Appena ti rendi conto che c’è qualche problema sulla tua carta (smarrimento, furto o clonazione) è bene chiamare il numero utile e bloccarla, questo ti permette di perdere al massimo 50 euro. Questo quanto dice dice la legge. Dopo la denuncia sarà infatti l’ente emittente a dover garantire l’immediato blocco della carta. Se il ladro riesce a utilizzarla per fare pagamenti, la tua responsabilità è dunque limitata a un massimo di 50 euro e solo se l’uso della tessera è avvenuto prima della comunicazione di smarrimento. Tutto il denaro che ti viene sottratto dopo la segnalazione, invece, ti deve essere rimborsato. La nuova normativa europea, recepita in Italia con il d.lgs 218/2017 ed in vigore dal 13 gennaio 2018, prevede anche che il titolare non avrà alcun addebito anche prima del blocco se non poteva notare l’appropriazione indebita e la sottrazione o smarrimento della carta prima di un pagamento. Negli altri casi la responsabilità è limitata a 50 euro.

La carta di credito sostitutiva in caso di perdita

Nel caso ti sia all’estero  puoi richiedere la sostituzione rapida, con un’altra con le stesse caratteristiche, e lo si può fare al momento del blocco all’emittente della carta, e solitamente sarà disponibile entro un paio di giorni dalla richiesta, tenendo però conto che la sostituzione comporta degli addebiti che possono arrivare anche fino ai 30 euro.

Leggi  Cosa sono i Bitcoin e come si possono usare

 

Rimane comunque il fatto che è importantissimo attivarsi per rendersi conto quanto prima se abbiamo perso la carta oppure siamo vittime di furto o clonazione, a tal proposito è bene proteggersi prendendo alcune delle seguenti precauzioni:

  • non tenete mai il pin nello stesso luogo della carta (esempio fogliettini volanti in portafoglio)
  • arrivare il servizio sms sui prelievi e pagamenti
  • controllare regolarmente il proprio conto anche tramite Home Bancking
  • controllare periodicamente che la carta sia conservata dove solitamente la tenete
  • fate attenzione quando fate i prelievi che l’ATM di turno non sia stato manomesso
  • usate codici aggiuntivi o carte virtuali per i pagamenti online

 


adoc veneto, associazione in difesa dei consumatori

Speriamo che questo articolo vi sia stato d’aiuto creando maggiore consapevolezza in merito ai rischi informatici che corriamo ogni giorno, anche incosapevolmente. Ti ricordiamo  che AdocVeneto è al tuo fianco per comprendere i meccanismi delle cyber truffe, del commercio online, della finanzia e mettere al sicuro i tuoi risparmi!

Noi di AdocVeneto seguiremo con attenzione queste tematiche, cercando di tenervi sempre aggiornati!

Ricordate: l’informazione genuina è uno strumento indispensabile per difendere e far valere i nostri ed i vostri diritti di consumatori.

Se sei stato anche tu vittima di cyber truffa o qualche tipo di frode finanziaria, non esitare, contattaci!

Scrivi una mail o compila il form di contatto in calce all’articolo, siamo a tua disposizione per informarti ed aiutarti a difendere i tuoi diritti.

 

Commenta l'articolo o scrivici compilando il form

Consulta la nostra Privacy Policy
Condividi su
Adoc