Modem e router, possiamo sceglierli liberamente? Non sempre

Finalmente possiamo scegliere il modem/router da usare senza vincoli!

Con la Delibera n. 348/18/CONS  lo scorso 2 agosto AGCOM ha approvato e pubblicato le disposizioni che di fatto permettono agli utenti, abbonati dei vari operatori di telecomunicazioni italiani, di scegliere liberamente il modem router da usare senza più essere vincolati a quello spesso imposto dal provider

Con Modem libero significa che gli utenti hanno il diritto illimitato, nei confronti di qualsiasi provider (TIM, Vodafone, TRE, Libero, etc.) di usare un router o modem di libera scelta per poter navigare in internet. A partire dal 30 novembre 2018 il fornitore dell’accesso Internet (i suddetti provider) sarà obbligato a fornire agli utenti tutti i parametri tecnici necessari per configurare e utilizzare il modem router di terze parti, ossia non quello fornito con un canone a pagamento.

Sempre entro il 30 novembre 2018, limitatamente ai contratti in essere che prevedono l’utilizzo obbligatorio del terminale a titolo oneroso per l’utente finale, gli operatori di telecomunicazioni dovranno “proporre agli abbonati l’eventuale variazione senza oneri dell’offerta commerciale con la possibilità di passare a una equivalente offerta commerciale che preveda la fornitura dell’apparecchiatura terminale a titolo gratuito o che non ne vincoli l’utilizzo attraverso l’imputazione di costi del bene o dei servizi correlati al terminale nella fatturazione“.
In alternativa AGCOM ha previsto per l’utente finale la facoltà di “recedere dal contratto senza oneri diversi dalla mera restituzione del terminale“.
I provider possono continuare a offrire i loro modem router ma il costo deve essere ben chiaro e separato da quello di altri servizi extra.

Come configurare i router o modem acquistati privatamente!

Uno dei più attivi promotori di questa norma è AVM (azienda tedesca che produce anche router e modem) la quale per agevolare gli utenti ha appena condiviso una pagina nella quale è possibile trovare risposte ai principali quesiti in materia di modem libero.

Leggi  Anno Nuovo, tariffe nuove...

Sempre AVM ha messo a disposizione a questo indirizzo i parametri di configurazione dei maggiori fornitori di rete presenti in Italia, di modo tale che i cittadini possano avere tutte le informazioni necessarie per poter abilitare alla navigazione router acquistati privatamente.

Fate attenzione a quando stipulate il contratto! Il modem incluso non è obbligatorio!

Quindi, quando vi apprestate a stipulare un nuovo contratto per navigare a casa, siate consapevoli che il modem obbligatorio e quindi anche i relativi oneri e costi non sono obbligatori, e qualsiasi argomentazione per convincervi a prenderlo a noleggio non è più avvalorata da nessuna norma giuridica.

In questo video un’interessante inchiesta di Altroconsumo sui modem liberi.


adoc veneto, associazione in difesa dei consumatori

Speriamo che questo articolo vi sia stato d’aiuto creando maggiore consapevolezza in merito ai rischi informatici che corriamo ogni giorno, anche incosapevolmente. Ti ricordiamo  che AdocVeneto è al tuo fianco per comprendere i meccanismi delle cyber truffe, del commercio online, della finanzia e mettere al sicuro i tuoi risparmi!

Noi di AdocVeneto seguiremo con attenzione queste tematiche, cercando di tenervi sempre aggiornati!

Ricordate: l’informazione genuina è uno strumento indispensabile per difendere e far valere i nostri ed i vostri diritti di consumatori.

Se sei stato anche tu vittima di cyber truffa o qualche tipo di frode finanziaria, non esitare, contattaci!

Scrivi una mail o compila il form di contatto in calce all’articolo, siamo a tua disposizione per informarti ed aiutarti a difendere i tuoi diritti.

 

Commenta l'articolo o scrivici compilando il form

Consulta la nostra Privacy Policy
Condividi su
Adoc