Amicopolis la cyber truffa mascherata da social fa la sua prima vittima e attira l’attenzione della Guardia di Finanza

Mario Sbrissa era un quarantunenne trevigiano il 9 marzo 2019 si è tolto la vita, probabilmente  a causa di una cyber truffa online a causa della quale avrebbe perso i risparmi di una vita.

Mario, come molti altri, sarebbe caduto nella rete di AmicoPolis una catena piramidale su internet che ben presto ha iniziato a mietere le prime vittime, attirando l’attenzione di Aduc e della Guardia di Finanza che hanno ricevuto le segnalazioni da parte di alcuni utenti truffati, e poi di Federcontribuenti che sta portando la questione all’attenzione dei media nazionali.

AmicoPolis l’ennesima cyber truffa ai danni dei cittadini!

cyber truffe, come difendersi dalle cyber truffe, cyber truffe veneto

Amicopolis è un social network che promette guadagni ai suoi iscritti i quali non devono fare altro che pubblicare foto o ricette come farebbero su facebook. Amicopolis Limited è iscritta alla Camera di Commercio inglese, ma la sede operativa è a Caltanissetta ed i suoi promotori spesso risultano aver aperto partite iva in Bulgaria o altri paese dell’est Europa.

Già questo dovrebbe insospettire l’utente!!

Più che un vero social network AmicoPolis assomiglia a un piccolo club molto ristretto dove, sulla base di un non meglio specificato meccanismo, si possono guadagnare anche 3 euro al giorno pubblicando i fatti propri e acquistando prodotti sponsorizzati dal piccolo social.

AmicoPolis truffa online,  non paga i dipendendi e nemmeno gli iscritti!

Nel giro di breve tempo AmicoPolis ha lasciato i dipendenti senza stipendio ed agli iscritti è negato da mesi il pagamento della merce venduta.

I malcapitati coinvolti hanno iniziato a lamentarsi richiedendo quanto loro spettante, in cambio hanno ricevuto minacce e attacchi da sedicenti avvocati i quali ventilavano presunte querele per diffamazione.

I truffati, comprendendo la gravità della situazione, hanno deciso di rivolgersi alla Guardia di Finanza che a seguito di approfondimenti ha iniziato ad indagare con attenzione su AmicoPolis, scoperchiando una cyber truffa da decine e centinaia di migliaia di euro, le cui vittime sono come sempre ignari ed onesti cittadini ed imprenditori.

adoc veneto, associazione in difesa dei consumatori

AdocVeneto, al tuo fianco per combattere le cyber truffe!

Noi di AdocVeneto seguiremo con attenzione questa vicenda, cercando di tenervi sempre aggiornati!

Ricordate: l’informazione genuina è uno strumento indispensabile per difendere e far valere i nostri ed i vostri diritti di consumatori.

Leggi  Cyber truffa, e-commerce Cliccatissimo multato dall'Antitrust

Se sei stato anche tu vittima o sospetti di una cyber truffa, non esitare, contattaci!

Scrivi una mail o compila il form di contatto in calce all’articolo, siamo a tua disposizione per informarti ed aiutarti a difendere i tuoi diritti.

Commenta l'articolo o scrivici compilando il form

Consulta la nostra Privacy Policy
Condividi su
Adoc