Tari “gonfiata” scongiura gli aumenti

STOP ALLA MINACCIA DEGLI AUMENTI DELLA TARI
 
Il Ministero ha confermato l’assoluta illegittimità di aumenti ritorsivi della Tari nel 2018 perché non correlati ai costi del servizio effettivi sostenuti dalle aziende di raccolta e smaltimento dei rifiuti bensì ad un errore degli uffici tributi dei Comuniche hanno computato la quota variabile sia in relazione all’abitazione che alle pertinenze (cantine, garage) determinando in tal modo una tassa più alta. I Consumatori perciò hanno chiesto fin da subito che non ci devono essere aumenti della tariffa rifiuti per il 2018 per compensare quanto sarà dovuto ai contribuenti per i rimborsi della “Tari gonfiata“.

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Leggi  Bando Contributo Affitto
Condividi su
Adoc